Applicare java ai comparatori

Java è considerato come uno dei migliori linguaggi di sviluppo delle applicazioni. Si tratta di un linguaggio di programmazione orientato agli oggetti che viene utilizzato per creare applicazioni efficienti e di qualità, sia per il computer che per i telefoni cellulari, ma anche per il web.

Introdotto nel 1995 da James Gosling, Java è stato sviluppato partendo dai linguaggi di base del C e del C++, due dei linguaggi di programmazione più potenti in assoluto.

Si tratta di un linguaggio autonomo e versatile che viene utilizzato, oggi, in un’ampia varietà di prodotti e software, tra cui i comparatori di prezzi.

I vantaggi di sviluppare delle applicazioni (lo ricordiamo, anche web-based) in Java sono vari, tra cui la semplicità della piattaforma, la sia portabilità ed indipendenza.

Java fornisce un’interfaccia molto semplice per gli utenti e per gli sviluppatori, tant’è che viene considerato come un linguaggio semplice rispetto ad altri “cugini”. Ad esempio, Java ha eliminato l’uso dei puntatori e ha sostituito la complessità di molteplici successioni in C ++ con una struttura più semplice.

Inoltre, Java è indipendente dalla piattaforma su cui si usa, cosa che offre la possibilità di applicare il concetto di “Write Once and Run Anywhere“, ovvero “Scrivi una volta e eseguire ovunque”, in riferimento alla possibilità di sviluppare un applicazione o un software con questo linguaggio e usarlo poi praticamente ovunque.

In maniera particolare in questo articolo ci riferiamo all’utilità che può avere questo linguaggio di programmazione per i comparatori di prezzo, software come Prezzolandia che hanno l’obiettivo di permettere un confronto rapido dei prezzi proposti da vari fornitori per un medesimo oggetto o servizio.

In questo settore i vantaggi di Java sono enormi: velocità di risposta dell’applicazione, semplicità di utilizzo ed interfaccia chiara e pulita sono alcune delle cose fondamentali sulle quali un comparatore deve basarsi per poter far breccia nel cuore degli utenti.

Uno dei vantaggi di sviluppare un comparatore in Java è che esso può essere utilizzato e diffuso sia sul web, con un sito internet apposito, sia tramite un’app che può essere poi portata sui maggiori sistemi operativi mobili, come Google Android e iOS di Apple, permettendo dunque una diffusione ed un utilizzo assolutamente massivo.

Chiudiamo dicendo che dal momento in cui si ha un’idea innovativa per un comparatore di prezzi e si cerca di capire in che linguaggio iniziare a svilupparlo, si potrebbe prendere in considerazione proprio il Java in virtù di tutti i vantaggi detti in precedenza.